Ottobre, mese della tolleranza alimentare

0
intolleranze-alimentari

Gonfiore, mal di testa, stanchezza cronica sono solo alcuni dei disturbi riconducibili a quella che allergologi e immunologi chiamano infiammazione da cibo.
shutterstock_361979888L’”infiammazione da cibo” segnala che si è superata la soglia interna di tolleranza a uno o più alimenti.
Non va confusa con l’allergia i cui sintomi sono immediati e si presentano subito dopo l’assunzione di un particolare alimento allergizzante.
Gli alimenti che generano una risposta infiammatoria danno origine a una serie di disturbi che si possono manifestare nel tempo e che, apparentemente, possono non sembrare collegati al cibo come gonfiore, sinusite, dermatiti, mal di testa, stanchezza cronica, cistiti, crampi, ecc.

L’infiammazione da cibo è oggi misurabile e soprattutto superabile grazie a un test innovativo –  il Recaller Program – che permette di  valutare il livello di irritazione, di  analizzare la reattività ai grandi alimentari (frumento e glutine, nichel, lieviti e prodotti fermentati, latte, sale e salicilati naturali) e di fornire un referto medico per poi poter proporre una dieta personalizzata.

rete-tolleranza-alimentareIl programma  non punta a eliminare gli alimenti nei confronti dei quali si è sviluppata l’incompatibilità, ma grazie a una re-introduzione graduata di tali alimenti con una dieta cosi detta  “a rotazione”, basata cioè sui grandi gruppi alimentari, permette di riacquistare la tolleranza alimentare.

Un metodo che ricorda da vicino quanto si verifica con lo svezzamento di un bambino. L’obiettivo? Tornare amici del cibo e nutrirsi in modo vario, sano e piacevole.

A ottobre i cittadini potranno ottenere, nelle farmacie Rete Farmacisti Preparatori, utili consigli per recuperare la tolleranza alimentare ed effettuare il test Recaller.
Dietro l’insegna Rete Farmacisti Preparatori c’è un gruppo di farmacisti italiani in prima linea nel consiglio, nella selezione e nella proposta di prodotti e servizi di alta qualità dedicati alla cura della persona.

Per informazioni   www.retefarmacistipreparatori.it

No comments