Le Petronas Twin Towers, simbolo della Malesia

0
le-petronas-by-night

Per anni hanno rappresentato i grattacieli più alti al mondo, diventando uno dei simboli di quell’Asia che viveva una costante ed esponenziale crescita economica. Oggi le Petronas Twin Towers, emblema indiscusso della Malesia e della sua capitale Kuala Lumpur, con i loro 452 metri di altezza, divisi in 88 piani, si piazzano al settimo posto della scala mondiale dei grattacieli più alti (il primato spetta al Burj Khalifa di Dubai), ma continuano a rimanere le torri gemelle più alte del mondo.

LA STORIA  Progettata nei primissimi anni novanta dall’architetto César Pelli, l’opera è stata inaugurata nel 1998, in un’area ritenuta allora marginale sede prima dell’ippodromo della città, ed oggi divenuta il suo cuore pulsante. Le Torri Gemelle dovevano riflettere l’unità, l’armonia, la stabilità e la razionalità del popolo malese, cercando di non dare troppo spazio ai singoli gruppi etnici, e al tempo stesso rendere omaggio alla cultura musulmana, prima religione del Paese. Il rimando all’Islam si coglie nell’altezza e nella forma longilinea degli edifici, che richiamano l’immagine dei minareti, mentre una stella ad otto punte viene fuori nella sezione trasversale delle torri, grazie alla sovrapposizione di due quadrati sovrapposti e inclinati.

lingresso-alle-petronasIL PRESENTE – La Torre Uno è sede della compagnia petrolifera statale Petronas e dalle sue affiliate, mentre nella Torre Due ci sono varie aziende o multinazionali. In totale i grattacieli possiedono 32mila finestre. Accanto alle Twin Towers ora stanno costruendo un altro grattacielo di 78 piani, sarà pronto l’anno prossimo, al momento c’è solo un cantiere. Alla base delle Petronas c’è il Suria KLCC, un centro commerciale esclusivo motivo di vanto dei malesi, e tappa imprescindibile dello shopping dei turisti. Al di fuori invece c’è il parco KLCC, un’immensa aria verde con piste da jogging, percorsi a piedi, fontane d’acqua e una piscina per bambini. Visitabili soltanto di giorno, di notte le Petronas regalano uno spettacolo da non perdere, grazie ai giochi di luci e di musiche delle fontane, che trasformano l’intera aria in un luogo magico.

LO SKY BRIDGE Ciò che le caratterizza, oltre al vetro e all’acciaio inox che conferiscono loro un aspetto brillante, è lo Sky Bridge, un ponte situato al 41° e 42° piano che collega i due edifici ed offre ai visitatori la possibilità di sperimentare una “passerella” nel vuoto a 175 metri sopra il livello della strada, regalando una vista mozzafiato. È lungo quasi sessanta metri, a livello pratico consente agli inquilini delle due torri di spostarsi dall’una all’altra senza dover andare al piano terra, e funziona anche come uscita di sicurezza.

CURIOSITÀ  Le Twin Towers malesi, dal 1998 al 2004, sono state considerate gli edifici più alti del mondo. Un primato tuttavia non privo di polemiche: ad essere contestata infatti fu la decisione degli istituti di architettura di misurare l’altezza dei grattacieli comprendendo anche gli alti pinnacoli delle guglie, provvedimento questo che ha consentito alla Malesia di “superare” colossi di cento piani quali la Sears Tower di Chicago e le Torri Gemelle di New York.

 Servizio e foto di Romina Vinci

No comments

donald_trump

L’elettorato di Donald Trump

Si stanno delineando in modo sempre più preciso i connotati degli elettore che martedì hanno scelto Donald Trump: per il magnate newyorkese hanno votato soprattutto ...