Bandiere blu 2017, 342 le spiagge italiane premiate. La Liguria prima in classifica

0
Camogli

Buone notizie dai nostri mari: le spiagge che quest’anno potranno sfoggiare la Bandiera Blu appena assegnata dalla Fondazione per l’Educazione Ambientale passano da 293 a 342, per un totale di 163 comuni premiati, contro i 152 del 2016, con 13 “promossi” e due “bocciati”, Cattolica e Petacciato.

Liguria, Toscana e Marche si confermano le tre regioni più virtuose, rispettivamente con 27, 19 e 17 riconoscimenti. La Liguria conquista due riconoscimenti in più, quest’anno, per Camogli e Bonassola. La Campania, al quarto posto, ottiene 15 bandiere (col nuovo ingresso di Sapri); seguono Puglia e Sardegna con 11. Nuove località anche in Abruzzo con Giulianova e Roseto degli Abruzzi, Calabria con Soverato e Sicilia con Santa Teresa di Riva.

Aumentano anche le bandiere per i laghi, con il Trentino Alto Adige che raggiunge le 10 località premiate, il doppio dell’anno scorso; due riconoscimenti vanno invece al Piemonte con Cannero Riviera e Cannobio, e uno alla Lombardia con Gardone Riviera.

OgliastraIl riconoscimento internazionale, assegnato ogni anno, tiene conto non solo della bellezza della località e, criterio imprescindibile, della qualità delle acque, ma anche della gestione del territorio, della valorizzazione delle aree naturalistiche, del turismo sostenibile.

La Fondazione per l’Educazione Ambientale è un’organizzazione non governativa con sede in Danimarca che dal 1981 opera in più di 70 paesi del mondo, attraverso la diffusione di buone pratiche ambientali, con la partecipazione di due agenzie delle Nazioni Unite: Unep, programma Onu per l’ambiente, e Unwto, Organizzazione Mondiale del Turismo. In Italia la Fee è stata istituita nel 1987, e gestisce a livello nazionale i programmi Bandiera Blu, Eco-Schools, Young Reporter for the Environment, Learning about Forest e Green Key.

Se si considerano le località balneari premiate in tutto il mondo, quelle italiane rappresentano il 5% del totale.

BBlu07_5Per ottenere la certificazione, le aree di balneazione certificate e con alti standard qualitativi dell’acqua, devono compilare un questionario che si compone di 12 sezioni: dalle notizie generali sul luogo, sulla qualità delle acque e del sistema di depurazione, fino alla gestione dei rifiuti, all’educazione ambientale, alle iniziative per la sostenibilità, al turismo, alla pesca e agli standard dello stabilimento. Una commissione giudicante analizza le sezioni e assegna un punteggio per ciascuna tematica: spiaggia (da 5 a 13,5 punti), depurazione acque (da 0,5 a 10), gestione rifiuti (da 0 a 20), educazione ambientale e informazione (da 1 a 12), iniziative per la sostenibilità (da 0 a 12), certificazione ambientale (da 0,5 a 6,5), pesca professionale (da 0 a 2,5), efficienza energetica (da 0 a 2,5).

Gli idonei per punteggio totalizzato vengono poi verificati anche con osservazioni sul campo, e i candidati selezionati dalla Fee italiana vengono poi sottoposti al giudizio della commissione internazionale.

Cerca la spiaggia Bandiera Blu più vicina: 

http://www.bandierablu.org/public/doc/bb/2017/CHIRON%20SPIAGGE%202017.pdf

 

di Ilaria Romano

 

No comments

FOTO-MARIO-EL-TABACCHE'-MILANO-84

Buon compleanno 1 X 2!

70 anni compiuti e, per l’occasione, un sito in regalo. Si tratta di www.unastorianatapergioco.it, portale che la Sisal ha recentemente istituito per celebrare con i ...